Titolo richtext

Dicono di NOI

La Stampa nazionale si è recentemente occupata di BCUBE, in occasione della presentazione alla Triennale di Milano della nuova “Corporate Image”.

“DATEMI UN MEZZO, VI MUOVERO’ IL MONDO” è stato il titolo suggestivo che il settimanale L’ESPRESSO ha dedicato a BCUBE nella sezione “Economia”
(L’Espresso n.4, 30 gennaio 2014, pagina 109).
Maurizio Maggi ha ripercorso la storia di BCUBE in una intera pagina con un esordio folgorante: “La multinazionale della logistica integrata cambia nome, esce allo scoperto e, da Casale Monferrato, Alessandria, va alla conquista del mondo”. E prosegue: “Il primo passo nella logistica vera e propria risale a quarant’anni fa, quando i Bonzano diventarono un importante fornitore della Fiat e diedero vita a una fase di sviluppo culminata di recente in una campagna acquisti da 25 milioni di euro.
Un’accelerazione che ha spinto Piero Carlo a rivoluzionare l’immagine del gruppo, affidando a Oliviero Toscani il compito di cambiare la carta d’identità dell’impresa…Nonostante la crisi, BCUBE continua a crescere e punta ad aumentare del 20% il fatturato nel 2014, incrementando la quota dell’export, che ora vale la metà dei ricavi. Ha preso un pezzo della Eagle di Huntsville, Alabama, specializzata nella logistica per la difesa, business in cui la società è già presente come fornitore Finmeccanica; s’è comprata metà della francese AASI e la maggioranza di un’impresa tedesca di cui ancora Bonzano non vuole rivelare il nome…Tra i consulenti del Gruppo c’è anche Roberto Bettega, il leggendario BobbyGol. Da vero tifoso bianconero, Bonzano è da sempre abbonato alla Juventus”.
L’occhiello del pezzo dice: “TIR, TRENI, NAVI. La BCUBE DOMINA LA LOGISTICA HI-TECH. E TOSCANI LE RIFA’ IL LOOK”.

Un ritratto di Piero Carlo Bonzano è poi apparso su CAPITAL (n.408-409 febbraio/marzo 2014, pagina 97).
L’articolo, una pagina, è intitolato “CAPITALIZZARE L’IDENTITA’ (NUOVA)”
ed è di Andrea Nicoletti.
“Lui lo chiama senza mezzi termini ‘il coraggio di andare contro corrente’. E di coraggio deve averne avuto parecchio Piero Carlo Bonzano per cambiare il nome e il logo, cioè quanto di più importante e prezioso possiede un’impresa, alla sua Argol Villanova, dopo 60 anni di crescita e successi sotto il medesimo vessillo…Il nuovo marchio è di più facile lettura -dice Bonzano- più adatto al contesto globale in cui, sempre di più, la nostra impresa si muove e da oggi rappresenta un nuovo inzio, orientato al mondo”.

AFFARI & FINANZA, il supplemento economico del lunedi del quotidiano LA REPUBBLICA ha scritto, in un articolo di mezza pagina di Massimo Minella, intitolato “ARGOL VILLANOVA SI RIFA’ IL LOOK PER CRESCERE ALL’ESTERO”, (Affari & Finanza lunedi 3 febbraio 2014, pag. 32).
“La società piemontese supererà quest’anno i 500 milioni di ricavi ed è ormai un protagonista globale sul mercato della logistica grazie anche a una serie di acquisizioni. Il nuovo nome BCUBE e il logo ideati da Oliviero Toscani serviranno a rafforzarne l’identità”.

IL SOLE 24 ORE, in un articolo di Filomena Greco dice “Cambia nome, per inforcare la via dell’internazionalizzazione, ma con i piedi ben piantati nella provincia, tra Casale Monferrato -dove si sta realizzando il nuovo head quarter dell’azienda- Livorno e Bari. La Argol, prima azienda italiana nella logistica e nei trasporti nata sessant’anni fa nell’Alessandrino, sceglie Oliviero Toscani per firmare la nuova campagna immagine e rilancia su investimenti e servizi specializzati, con una veste nuova racchiusa nel nome BCUBE…Il piano di investimenti del gruppo nei prossimi due anni conta su 40-60 milioni per rafforzare settori come l’Oil&Gas, accanto all’aeroportuale e per sostenere l’espansione internazionale. Servizi ingegneristici e integrati, dunque, i punti di forza della Argol che, in 60 anni di storia, ha curato trasporti eccezionali, dalle pale per impianti eolici a turbine, fino a jumbo”.
“ARGOL CAMBIA NOME E AVVIA INVESTIMENTI IN BRASILE E IN CINA”, Il Sole 24 Ore, venerdi 24 gennaio 2014, pagina 40.